Krav Maga – Proviamo a fare pace!

azione difesa personale valentino milella

Da Israele al mondo, il Krav Maga, marketing a colpi nei genitali.

Disciplina ormai diffusa ed utilizzata quasi come sinonimo di difesa personale, il krav maga dilaga tra gente e palestre. Com’è possibile? Il caso Fantasilandia!

Innanzitutto i nostri complimenti ai fautori di questo successo, una delle operazioni di marketing più famose e riuscite al mondo. Non è facile associare il nome di un qualcosa, il krav maga in questo caso, ad un concetto come quello della “difesa personale“. (lo stiamo facendo anche noi ora agli occhi di Google, ma vabbè, è una macchina che va da sola ormai).

Immaginate che in una nazione chiamata Fantasilandia, un ex militare italiano con background marziale( KungFu/JuJitsu,/Karate ecc.. ) istruttore del metodo di autodifesa militare italiana, decida di trasferirsi a vivere fondando un’organizzazione chiamata “Combattimento con Contatto” (reale traduzione di krav maga dall’ebraico moderno).

Questo maestro inizia a crearsi il gruppo di seguaci attingendo da praticanti ed istruttori di arti marziali presenti a Fantasilandia, trasmettendone tecniche e valori, comunque non molto discostanti da ciò che già praticano queste persone. Nulla di nuovo insomma!

Questi primi allievi iniziano ad insegnare a loro volta il “Combattimento con Contatto” nome che in Fantasilandese non significa assolutamente niente, ma fà figo, perché proviene dal Bel Paese. Anche gli abitanti di Fantasilandia sono un pò esterofili come noi!

Passano gli anni e i primi allievi ormai maestri iniziano ad aprirsi federazioni, organizzazioni ecc.. promuovendo il “Combattimento con Contatto”, creando nuovi istruttori e via dicendo. Il ciclo si ripete, istruttori che creano istruttori, stage formula weekend dai quali vengono fuori decine e decine di istruttori di “Combattimento con Contatto” che a loro volta riempiono le palestre di tutta Fantasilandia e le casse di quelle federazioni.

La gente di Fantasilandia ormai è abituata a prendere parte ai corsi di “Combattimento con Contatto” per svariate ragioni. Dicono sia efficace, dicono sia di rapido apprendimento, dicono venga dall’Italia (WOW), che vada di moda e soprattutto non conoscono altre alternative, tra le tante già presenti, create in casa loro, a Fantasilandia.

Morale della favola: noi non ce l’abbiamo con il Krav Maga in quanto tale, ma con chi imbroglia e illude la gente a nome di qualsivoglia organizzazione; parliamo del Krav Maga perché è quella più conosciuta e diffusa. Non fosse peraltro, ma c’è in ballo l’incolumità e la vita di persone che si affidano a questi corsi, a questi istruttori.

Nell’organizzazione abbiamo Maestri e Istruttori che per ricoprire questo ruolo hanno alle spalle decine di anni di esperienza, chi 40, chi 20, chi 10 e quindi non riusciamo proprio a capire cosa e come insegnino queste persone diventate istruttori in un weekend avendo, se va bene, un paio d’anni di esperienza, se va bene.

Certo, bisogna pur iniziare da qualche parte a fare esperienza però crediamo che in un paio d’anni si impari ben poco, figuriamoci se si è pronti ad insegnare. Un pò di buon senso, tutto qui.

E se invece un istruttore di Krav Maga fosse davvero bravo? Beh innanzitutto siete stati fortunati, dopodiché chiedetegli che background ha e sicuramente vi risponderà con il nome di una antica e solida arte marziale che pratica da anni! Sappiamo bene che comunque tutto ciò non basta.

Dal nostro punto di vista continuiamo con iniziative e corsi presso il Palacarrassi Bari, tenendo ben distinti quelli di difesa personale da quelli di arti marziali come il JuJitsu. Ovviamente rimaniamo sempre aperti a collaborazioni, sia sul territorio che fuori, perché da soli non si va molto lontano, lo crediamo fermamente.

 

 

 

About Nicola Milella 38 Articles
Nicola Milella, 31 anni, praticante di arti marziali dalla tenera età di 8 anni ed ora Maestro e cintura nera IV Dan di JuJitsu, Istr. di Difesa Personale e cintura nera III Dan di Kaisendo. Inoltre ha conseguito la qualifica di Istr. Difesa Personale di Polizia del metodo Kaisendo.